Servizio Civile Universale

L’Ente di gestione delle Aree Protette Alpi Marittime, accreditato come Sede di accoglienza per i progetti di Servizio Civile Universale U.N.PLI. (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia), partecipa al progetto denominato Cultura e tradizione del cibo e della buona tavola in Piemonte, afferente al Settore e all’Area di intervento del Patrimonio storico, artistico e culturale – Valorizzazione di storie e culture locali.

Il progetto intende attuare azioni volte a migliorare la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio enogastronomico piemontese inserendosi in modo coerente nella più ampia programmazione nazionale di promozione del patrimonio culturale e valorizzazione sostenibile dei territori. Attraverso le attività progettuali si cercherà di sensibilizzare in particolar modo le nuove generazioni, futuro motore della società, su temi quali la salvaguardia e la promozione dei prodotti tipici offerti dal territorio regionale. Il lavoro delle realtà proponenti con il contributo degli Operatori Volontari porterà alla riscoperta del territorio e delle sue potenzialità e soprattutto incrementerà la promozione delle tradizioni culinarie anche tramite i nuovi mezzi di comunicazione.

L’obiettivo è dunque la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio enogastronomico piemontese.
In generale quest’esperienza permetterà inoltre di conoscere il mondo del volontariato e degli Enti di promozione e accoglienza turistica, nonché di promozione sociale.


3 posti per Operatori Volontari

Per quanto riguarda le Aree Protette delle Alpi Marittime, sono disponibili 3 posti per Operatori Volontari, uno per ciascuna delle sedi dell’Ente:


Ai volontari – giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni – viene richiesto un impegno distribuito su dodici mesi, avranno altresì modo di inserirsi e collaborare con L’Ente di gestione delle Aree Protette delle Alpi Marittime per la promozione turistico-culturale e l’organizzazione di eventi e attività atti alla valorizzazione del territorio e delle sue risorse.
Saranno impegnati inoltre nel rispetto degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite nei seguenti ambiti:

  • attività legate alla Carta Europea del Turismo Sostenibile e agli aspetti storici e culturali delle Aree Protette gestite dall’Ente (presso Sede legale amministrativa di Valdieri);
  • attività legate al Centro per la Biodiversità Vegetale e agli aspetti floristico-vegetazionali (presso Sede operativa di Chiusa di Pesio);
  • attività legata al Centro Grandi Carnivori e alle attività umane in ambiente alpino (presso Sede operativa di Entracque).


Come fare a partecipare?

Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la candidatura entro l'8 febbraio 2021, esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL), dove, con un semplice sistema di ricerca con filtri, è possibile scegliere il progetto per il quale avanzare la candidatura:Cultura e tradizione del cibo e della buona tavola in Piemonte.
In caso di difficoltà, consulta la Guida alla compilazione.

Nella sezione Selezione volontari del sito serviziocivile.gov.it ci sono tutte le informazioni e la possibilità di leggere e scaricare il bando. Anche quest’anno, per facilitare la partecipazione dei giovani e, più in generale, per avvicinarli al mondo del servizio civile, è disponibile il sito dedicato scelgoilserviziocivile.gov.it che, grazie al linguaggio più semplice, diretto proprio ai ragazzi, potrà meglio orientarli tra le tante informazioni e aiutarli a compiere la scelta migliore.