Corso di archeologia: comincia on-line dal 15 maggio

Formazione

A causa dell’emergenza Covid-19, il corso per Guida Parco Archeologica, promosso dal Comune di Chiusa di Pesio in collaborazione con l’Ente di gestione Aree Protette Alpi Marittime, nell’ambito del Programma Interreg V-A 2014-2010 progetto Alcotra Tra[ce]S – Trasmettere ricerca archeologica nelle Alpi del Sud ha subito rinvii, cambiamenti di calendario ed è ora in corso una nuova programmazione degli incontri in funzione della disponibilità dei docenti.
Restando alcune incertezze su misure di sicurezza, spostamenti di persone per il contenimento della diffusione del virus, comunichiamo che si anticiperanno tutte le lezioni che si possono svolgere online e si posticiperanno quelle sul campo.
Il corso, salvo cause di forza maggiore, si concluderà al più tardi entro settembre 2020. (Nel caso si cercherà definire di comune intesa le date).

A brevissimo la società Mediares che cura l’organizzazione del corso invierà le modalità di partecipazione.
Le lezioni on-line saranno aperte a tutti gli iscritti, mentre solo una parte è stata ammessa al corso completo (comprensivo di uscite sul campo e nelle strutture) abilitante, previo esame, a Guida parco archeologica.

La data d’inizio delle lezioni online è venerdì 15 maggio, alle ore 17, con Il sito del Bec Berciassa di Roccavione a cura delle dott.sse Paola Baronio e Miriana Ribero.
Le lezioni seguenti si svolgeranno:
sabato 23/05 – Ore 9.30
Il sito delle Grotte del Bandito e gli orsi bruno e delle caverne (Deneb Cesana)
Venerdì 29/05 – Ore 17.00
Le incisioni rupestri della regione del Monte Bego nelle Alpi Marittime (Silvia Sandrone).

Al più presto daremo comunicazione del calendario completo delle lezioni.

Una commissione mista, formata dagli Enti proponenti il corso, ha esaminato le iscrizioni per diventare Guida parco archeologica. Una figura, precisiamo, anche in chiarimento ad una diffida fatta al promotore dell’iniziativa dall’Associazione Guide turistiche italiane (GTI), è prevista dalla Legge quadro sulle aree protette (L. 394/91).
Accompagnatori naturalistici con la specializzazione Guida parco da anni gestiscono le attività didattiche, di animazione e di accompagnamento organizzate dall’Ente Parco e nell’ambito dei suoi Comuni e queste non precludono a nessuna figura professionale abilitata di esercitare sullo stesso territorio. La stessa cosa avverrà con l’istituzione della specializzazione archeologica che sarà assegnata a coloro che avranno superato con il punteggio minimo di 75/100 nell’esame di fine corso.

Le Guide parco archeologiche delle Alpi Marittime avranno una formazione specifica per operare sui siti dei comuni del territorio oggetto di valorizzazione e promozione con la supervisione della Soprintendenza dei Beni archeologi e paesaggistici del Piemonte.

L’attività delle Guide Parco archeologiche delle Alpi Marittime non sarà esclusiva e su tali siti potranno esercitare le figure professionali qualificate dalla Regione Piemonte o a livello nazionale.

Per la selezione i criteri adottati sono i seguenti:

Valutazione situazione lavorativa
Massimo punti 20
Occupazioni integrative per le quali vale integrazione di reddito punti 20
Senza Occupazione punti 10
Occupato punti 5

Valutazione attività che sono oggetto della propria professione
Massimo punti 25
Accompagnatore naturalistico punti 10
Specializzazione Guida Parco Alpi Marittime 5
Addetto alla gestione di musei e strutture a carattere culturale storico Archeologico punti 12
Guida Turistica, accompagnatore turistico punti 10
Addetto ufficio informazioni sul territorio punti 10
Accompagnatore cicloturistico punti 8

Titoli di studio: laurea in archeologia
Punti 10

Esperienze formative in campo archeologico ed attività in capo archeologico
Massimo punti 15

Corsi di archeologia frequentati presso l’Ente Parco o il Comune di Chiusa di Pesio
Massimo punti 25

Membri attivi di gruppi animazione archeologica e archeologia sperimentale
Massimo punti 5

Dall’esame delle iscrizioni e assegnati i punteggi con le modalità di cui sopra sono stati ammessi i candidati che hanno ottenuto un punteggio minimo di 30 punti.


Pubblicata il 05/05/2020
Condividi su