Lato Partenze

Letteratura

Laghetto sul sentiero Valrossa - Valscura | A. Rivelli.

Brano tratto dal romanzo False partenze di Serena Meliga.

L'indomani Andrea e Alex si svegliarono presto e di buon umore. Li attendeva una traversata lunghissima, fino al rifugio Questa.
Laghi, valloni, ancora laghi. Nessuno dei due l'aveva ancora mai fatta.
Avrebbero camminato soli, non fecero nessun altro incontro quella sera al rifugio Livio Bianco. Erano solo due amici ad attraversare le Alpi. Come l'avevano sognata.
Gli stambecchi erano scesi fin quasi al rifugio.
I due fecero colazione guardandoli appena fuori dalla finestra, così vicini, poi in un balzo inspiegabilmente e apparentemente contro ogni legge di gravitazione, quelli risalirono lungo le pareti verticali e ritornarono alla montagna.
Andrea e Alex partirono spediti, per una traversata lunga un giorno di cammino. Li accompagnava il silenzio, quello tra di loro, quello degli amici, che non crea imbarazzo e quello eterno delle montagne.
Dalla cima di un crinale vedevano i laghi sottostanti, di un blu unico, intenso. Erano ancora incantati dalla profondità di quel blu, un lago dopo l'altro a rincorrersi, quasi fossero nuvole nei prati, quando davanti a loro si aprì, perfetta, la mulattiera militare fra Valscura e il Claus.
Una strada perfetta, una pietra contro l'altra, perfetta.

Serena Meliga è un avvocato di Cuneo che vive a in Germania ed è appassionata di scrittura. Ha pubblicato "Cose che ora so, 20 piccole storie di Germania" (Streetlib ed.) e "Lato partenze" (Europa edizioni), romanzo ambientato sulle montagne cuneesi, da cui è tratto il brano pubblicato.


Pubblicata il 27/08/2020
Condividi su