A Crava nuovo ingresso alla Riserva naturale

Offre un itinerario migliore e più sicuro ai visitatori durante l'esondazione del Pesio

Per godere dei 293 ettari di area protetta della Riserva naturale Crava Morozzo è stato realizzato un accesso, migliore e più sicuro, in caso di forti precipitazioni, nel Comune di Rocca de Baldi. Il nuovo ingresso, presso la centrale idroelettrica Crava 2, consente di evitare un tratto di sentiero naturalistico periodicamente interessato dalle piene del torrente Pesio.
L’intervento è stato eseguito dall’Ente Aree Protette Alpi Marittime che, dal 2016 cura la gestione della Riserva, in collaborazione con Enel Green Power.

La squadra tecnica del Parco con una recinzione, lunga circa 100 metri, ha protetto il canale di troppo pieno della centrale lungo il quale si sviluppa il nuovo itinerario per entrare nella Riserva e ha realizzato un ponticello di legno per l’attraversamento di un canale. Lo storico percorso lungo il Pesio resta comunque il percorso principale, nei periodi di deflusso normale o di magra del torrente, per accedere alla Riserva dal lato Crava.

Nel frattempo il Comune di Rocca de Baldi ha anche avviato la realizzazione un’area attrezzata con annessa area di sosta camper e parcheggio per completare un programma di miglioramento dell’accoglienza e di adeguamento dell’accesso alla Riserva naturale che è tra le zone umide più importanti del Piemonte.

Scarica la cartina con i vari accessi alla Riserva


Pubblicata il 07/11/2018