Tesori alpini dell'età del Bronzo

Mostra transfrontaliera dedicata all'archeologia

Una parte del ripostiglio di Moriez. Foto J.M. D'Agruma.

Venerdì 12 aprile, sarà inaugurata a Quinson (Alpes de Haute-Provence, Francia) la mostra Tesori alpini dell'età del Bronzo | Trèsor alpins du l'âge du Bronze.
Un'esposizione internazionale nell'ambito della quale sono stati scambiati i rispettivi ripostigli (tesori) di Moriez, ospitato dal Musèe de Préhistoire des gorges du Verdon (Quinson), e del Monte Cavanero, custodito nel Complesso Museale "G. Avena" a Chiusa di Pesio. La sezione archeologica di quest'ultimo, dal 10 maggio al 30 novembre, ospiterà l'edizione italiana.

I ripostigli di metallo dell’età del Bronzo sono un patrimonio archeologico transfrontaliero, testimone di pratiche culturali alpine circoscritte tra il 2.200 e l’800 a.C.
Il metallo è al centro dell’attività economica delle società protostoriche europee. Tuttavia, molti oggetti in bronzo sono stati sepolti, lontano dagli insediamenti umani e dalle aree funerarie, come se rivestissero un significato sacrificale. Fin dai primi studi del XIX secolo, questi « ripostigli » hanno sempre incuriosito gli archeologi: si trattava di oggetti accumulati per poi essere nuovamente fusi o di beni preziosi nascosti in tempi di incertezza, o ancora, di offerte votive ? Grazie a nuovi approcci, si stanno ora riconsiderando e rivisitando queste prime interpretazioni.

Le esposizioni Tesori alpini dell’età del Bronzo sono dedicate allo spazio alpino transfrontaliero che ci ha riconsegnato molti di questi ripostigli di bronzo nonché le tracce di un complesso minerario, contemporaneo a quei reperti, a Saint-Véran (Hautes-Alpes).
I due allestimenti in Francia e in Italia sono stati realizzati, grazie ad una partnership italo-francese (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, Comune di Chiusa Pesio, Museo "G. Avena, Conseil départemental des Alpes de Haute-Provence, Musée de Préhistoire des gorges du Verdon, Commune de Moriez) per la valorizzazione del patrimonio nell'ambito del Programma Interreg V-A Alcotra Progetto TRA[ce]S - Trasmettere Ricerca Archeologica nelle Alpi del Sud / Transmettre la Recherche archéologique dans les Alpes du sud di cui è capofila il Comune di Bene Vagienna.


Pubblicata il 09/04/2019