Aree Protette Alpi Marittime: tre anni di attività per il territorio

Politica

Il consiglio delle Aree Protette Alpi Marittime (da sin. Armando Erbì, Franco Parola, Paolo Salsotto,Federico Lemut, Paola Banchio, Ivan Di Giambattista, Roberto Gosso).

L’amministrazione dell’Ente Aree Protette Alpi Marittime si avvia verso la conclusione del mandato che coincide con il rinnovo del Consiglio regionale del Piemonte.
In vista della scadenza il presidente Paolo Salsotto e i consiglieri in carica hanno programmato alcuni incontri per presentare il bilancio dell’attività svolta dal 2016 a oggi.

Sono stati tre anni particolarmente impegnativi, per le aree protette piemontesi e quindi per quelle della provincia di Cuneo, durante i quali gli amministratori hanno dovuto dare attuazione alla nuova legge (Lr 19/2015) che ha previsto il riordino del sistema di gestione delle aree protette regionali.

È con questo provvedimento legislativo che il Parco naturale Alpi Marittime, il Parco naturale Marguareis e sette riserve naturali ubicate dalla valle Maira all’alta Langa, alla pianura sono stati uniti sotto un unico ente, quello delle Aree Protette Alpi Marittime. Una realtà bellissima e dalle grandi potenzialità ma anche di grande complessità e che per questo ha richiesto notevole impegno per avviarne una gestione coordinata e sinergica.

Nell’arco del mandato il nuovo Ente ha fatto molte azioni, ha riorganizzato il personale, strutturato le attività, cominciato nuovi progetti… Per presentare tutto questo e anche per raccogliere suggerimenti e impressioni, il Consiglio ha programmato tre incontri con gli amministratori locali e i cittadini dei 16 comuni che fanno parte dell’Ente di gestione Aree Protette Alpi Marittime.

Gli appuntamenti si svolgeranno:
- martedì 14 maggio, alle ore 21, presso la sede del Parco del Marguareis, a Chiusa di Pesio (via sant’Anna 34);
- mercoledì 15 maggio, alle 21, presso la sede del Parco Alpi Marittime, a Valdieri (piazza regina Elena 30);
- martedì 21 maggio, alle 20.30, presso la Scuola forestale “Baruffi”, a Ormea (via Novaro 96).


Pubblicata il 08/05/2019