Lændemicart Valle Gesso

Inaugurazione e concerto

Domenica 8 settembre, sarà inaugurata a Terme di Valdieri, l’installazione in natura di tre opere artistiche. Sono dislocate lungo il sentiero-passerella che porta al Giardino botanico alpino Valderia dove, entro l’autunno, ne sarà posizionata un’altra.
Le realizzazioni completano Lændemicart, progetto artistico di landart e arte natura, iniziato in Valle Pesio lo scorso giugno con creazioni sul percorso naturalistico che da Certosa di Pesio sale a Pian delle Gorre, nel Parco del Marguareis.
Lændemicart è un’iniziativa programmata con il progetto Alcotra Giardini delle Alpi – Jardinalp, attraverso il quale, tra le diverse azioni, le Aree Protette Alpi Marittime hanno avviato la valorizzazione del paesaggio e della natura promuovendo una riflessione su pratiche artistiche che interagiscono in modo rispettoso con l’ambiente naturale. Il risultato è quello di instaurare un dialogo, intrecciare spazi, linguaggi e azioni tra creatività e natura.

Le tre opere di Terme sono state realizzate da: Marina Pepino “Dritta di prua”; Carole Peia “Aracne” e da Errantearchitetture (Sarah Becchio e Paolo Borghino) “Specie di spazio”.

Domenica, alle ore 15, la direttrice artistica del progetto Cristina Saimandi, il coordinatore Bruno Gallino e gli autori delle opere condurranno una visita guidata che sarà seguita dal concerto a cura di Simona Colonna (voce e violoncello).

Le opere

Marina Pepino
DRITTA DI PRUA
L’opera rappresenta l’incontro tra cielo e terra, mare e montagna.
La luce segue il cammino dell’uomo, novello Ulisse, costantemente alla ricerca dell’assoluto (mistero della vita).
La Dritta di Prua dialoga e insegue il profilo della montagna sovrastante.




Carole Peia
ARACNE
Il centrino di pizzo, oggetto da sempre realizzato nelle case nei momenti di stasi, di pausa, viene realizzato ingigantito per sottolineare la lunga attesa femminile al raggiungimento di parità, rispetto, indipendenza.




Errantearchitetture (Sarah Becchio - Paolo Borghino)
SPECIE DI SPAZIO
Costruiamo una struttura fragile nel bosco. Tracciamo linee geometriche che si nutrono delle forme degli alberi, delle radici, delle foglie. Il sole penetra tra i rami e si spezza, la neve si posa, le ombre si allungano. La nebbia si intrufola. Un dentro, un fuori, un limite che non delimita. Una specie di spazio.





Lændemicart si avvale del Cofinanziamento dei Fondi Europei di Sviluppo Regionale (FERS). Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia 2014-2020 nel progetto Alcotra Giardini delle Alpi - JardinAlp.


Pubblicata il 05/09/2019