Corso per diventare Guida Parco archeologica

Dieci incontri formativi

Cartolina promozionale del corso | B. Audino.

Ad aprile comincia un corso (gratuito) per diventare guida parco archeologica delle Alpi Marittime. Una proposta del Comune di Chiusa di Pesio in collaborazione con le Aree protette Alpi Marittime e la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio, cofinanziata dal Programma europeo Interreg V-A 2014-2020 progetto europeo Alcotra Tra[ce]s – Trasmettere ricerca archeologica nelle Alpi del sud.

Il corso è strutturato in dieci incontri per formare operatori capaci di divulgare e valorizzare la quotidiana attività di tutela della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio sul territorio delle Marittime che, da alcuni anni, è potenziata da nuovi progetti e ricerche mirate allo studio della preistoria e protostoria e dalle realizzazioni di allestimenti e strutture per la fruizione dei siti archeologici a cura dei comuni e del Parco. Nello specifico sono: Area archeo didattica della Roccarina e Museo civico G. Avena di Chiusa di Pesio, Parco archeologico e Museo di Valdieri, Grotte del Bandito di Roaschia, Grotte di Bossea, siti archeologici del Bec Berciassa di Roccavione e delle Grotte di Aisone, siti paleontologici del territorio.

Le lezioni sono tenute dai massimi esperti, ricercatori e studiosi che hanno operato nei vari siti archeologici.
Lo svolgimento degli incontri è programmato in modo frontale, ma in considerazione dell’emergenza sanitaria in corso e dal suo sviluppo non prevedibile, è probabile che le lezioni siano fatte in videoconferenza (in tal caso saranno comunicate le modalità) e vi è anche la possibilità di variazioni del calendario per quanto riguarda le uscite sul campo.

Al termine del corso chi avrà raggiunto la frequenza minima (8 incontri) avrà diritto a un attestato di frequenza e l’accesso al test finale per essere inserito nell’elenco Guide Parco archeologiche delle Aree Protette Alpi Marittime (punteggio minimo 75/100).
La scadenza dell’iscrizione (posti limitati) è lunedì 6 aprile con l’invio del modulo – scaricalo qui in PDF o in formato editabile! - Mediares (didattica@mediares.to.it o via whatsapp 3384803306) società torinese, incaricata dal Comune di Chiusa di Pesio, che opera nell’ambito dei servizi per la cultura e per il tempo libero.

Programma

Venerdì 17 aprile – Ore 17.00
La tutela dei beni archeologici e la loro valorizzazione, Gian Battista Garbarino (MiBACT - Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Alessandria, Asti e Cuneo).
Presentazione di Renato Baudino (Referente del Comune di Chiusa di Pesio) e Giorgio Bernardi (Aree Protette Alpi Marittime).
Chiusa di Pesio, sede Parco del Marguareis, via Sant’Anna 34.

Sabato 18 aprile – Ore 14.30
Siti e ritrovamenti in Valle Gesso. La necropoli protostorica di Valdieri, Luisa Ferrero (MiBACT - Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino) e Stefania Padovan (Archeologa e Conservatrice del Parco Archeologico Lago Pistono a Montalto Dora e del Museo Laboratorio della Preistoria di Vaie). Visita della sezione archeologica del Museo di Valdieri.
Valdieri, sede Parco Alpi Marittime, piazza regina Elena 30.

Venerdì 24 aprile – Ore 15.00
Le Grotte di Aisone: un sito del Neolitico, Stefania Padovan (Archeologa e Conservatrice del Parco Archeologico Lago Pistono a Montalto Dora e del Museo Laboratorio della Preistoria di Vaie).
Aisone, Taverna delle Grotte a Aisone.

Sabato 9 maggio – Ore 14.30
Protostoria del Monte Cavanero, Luisa Ferrero (MiBACT - Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino). Visita alla sezione protostoria Monte Cavanero del Museo Civico Avena.
Chiusa di Pesio, sede Parco del Marguareis, via Sant’Anna 34.

Venerdì 15 maggio – Ore 17.00
Il sito del Bec Berciassa di Roccavione, Paola Baronio e Miriana Ribero (archeologhe, operatrici didattiche). Valdieri, sede Parco Alpi Marittime, piazza regina Elena 30.

Sabato 16 maggio – Ore 14.30
Living history: storia viva, Giulia Berruto (Archeologa e rievocatrice storica) e Arianna Favaretto (operatrice didattica e rievocatrice storica). Visita archeo didattica della Roccarina.
Chiusa di Pesio, sede Parco del Marguareis, via Sant’Anna 34.

Sabato 23 maggio – Ore 14.30
Il sito delle Grotte del Bandito e gli orsi bruno e delle caverne, Deneb Cesana (MIBACT - Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città Dell’Aquila e i Comuni del Cratere)
Cuneo, sala per conferenze e Museo Civico.

Venerdì 29 maggio – Ore 17.00
Le incisioni rupestri della regione del Monte Bego nelle Alpi Marittime, Silvia Sandrone (Musée des Merveilles, Tende, Alpes-Maritimes, France - Conseil départemental des Alpes-Maritimes).
Chiusa di Pesio, sede Parco del Marguareis, via Sant’Anna 34.

Sabato 30 maggio – Ore 14.00
Archeologia sperimentale e lineamenti di comunicazione della preistoria, L’Arc (E. Ascani - M. Cinquetti ) L’Arc - arcieria amatoriale e sperimentale, Villar San Costanzo (CN) e Paola Baronio (archeologa, operatrice didattica).
Chiusa di Pesio, sede Parco del Marguareis, via Sant’Anna 34.

Sabato 30 maggio – Ore 17.00
Confronto, domande, discussione – Buffet.
Chiusa di Pesio, sede Parco del Marguareis, via Sant’Anna 34.

Venerdì 5 giugno
Test finale e colloquio.
Chiusa di Pesio, sede Parco del Marguareis, via Sant’Anna 34.

Informazioni: Mediares, tel. 0115806363; cell. 3384803306; e-mail: didattica@mediares.to.it
Per iscrizioni: didattica@mediares.to.it o via whatsapp 3384803306; www.didatticatorino.it/guida-archeologica-parco-alpi-marittime


Pubblicata il 19/03/2020
Condividi su