Opuscolo per la gestione forestale nelle Aree protette Alpi Marittime

Gestione forestale

Bosco di faggio | A. Rivelli.

La gestione forestale nelle Aree Protette delle Alpi Marittime è l'ultimo prodotto editoriale a cura del nostro Ente che sarà in distribuzione dalla settimana prossima presso le sedi di Valdieri, Entracque e Chiusa di Pesio.
L’opuscolo è già disponibile on-line nella sezione Pubblicazioni.

Si tratta di un volumetto che, attraverso le sue sessantaquattro pagine, cerca di fare chiarezza sulle norme che regolano la gestione forestale nei diversi tipi di area tutelata (Parco, Riserva naturale, Zona speciale di conservazione, Sito d’importanza comunitaria, Zona di protezione speciale) che il nostro Ente gestisce.

Per far questo, uno spazio introduttivo è stato dedicato a un inquadramento naturalistico e selvicolturale dei nostri territori, con una rapida carrellata sulle categorie forestali più rappresentate, dal castagneto delle fasce altimetriche inferiori ai lariceti in quota, e sulle forme di gestione del bosco, dal ceduo alla fustaia passando attraverso il governo misto. Le due sezioni dedicate al “botta e risposta” sull’applicazione dei piani forestali, esistenti solo per alcune delle aree protette gestite dal nostro Ente, e sulla normativa da rispettare ove non sono disponibili strumenti del genere, tentano di chiarire i dubbi più frequenti su questi temi, espressi sia dalle Amministrazioni locali, sia dai diretti interessati al taglio della legna. Data l’estensione dei territori di competenza, le informazioni riportate sono molto stringate e parziali; per questa ragione è sempre raccomandato l’approfondimento con altri strumenti, disponibili sul nostro sito o nella sezione “Foreste” del portale della Regione Piemonte.

L’elaborazione grafica e la stampa di questo opuscolo sono stati finanziati dalla Misura 225 “Pagamenti silvo-ambientali” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Piemonte.


Pubblicata il 28/05/2020
Condividi su