"Ultimi ghiacci" e Centrale Enel Green Power

Turismo e cultura

Una delle sale della mostra "Ultimi ghiacci" | G. Bernardi.

La mostra "Ultimi ghiacci - Cambiamenti climatici nelle Alpi del Mediterraneo" e la Centrale L. Einaudi di Enel Green Power nel Ponte dell'Immacolata in questo periodo è aperta il sabato o su prenotazione per i gruppi.

La mostra porta un contributo alla divulgazione dei gravi cambiamenti climatici in corso. Progettata dalla Società Arnica e della Società Meteorologica Italiana, con la collaborazione del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, l'esposizione si compone di pannelli grafici, immagini storiche e recenti, filmati ed effetti audio che coinvolgono i visitatori in un viaggio immersivo. L'obiettivo è puntato soprattutto sul tratto più meridionale dell’arco alpino, a cavallo fra il Mar Mediterraneo e la Pianura Padana, cercando di far emergere le caratteristiche del clima di queste montagne e che cosa sta cambiando, con un occhio sempre attento a come certi fenomeni si sviluppano a livello globale. Gli allestimenti hanno un taglio divulgativo, ma rigoroso a livello scientifico, che si basa su un'approfondita ricerca che ha visto la raccolta e l'elaborazione dei dati climatici del territorio, il recupero di cronache meteorologiche storiche da fondi archivistici, redazioni giornalistiche e biblioteche.

La visita della Centrale ha una durata di circa un’ora e mezza e si sviluppa in due parti. Il primo momento è dedicato all’informazione: pannelli illustrati e plastici permettono di capire il funzionamento della centrale di pompaggio e, seguendo il percorso dell’acqua dai bacini artificiali fino alla produzione dell’energia, chiariscono quali sono i momenti chiave della produzione.
La seconda parte della visita si svolge invece nella centrale vera e propria: ci si addentra, a bordo di un trenino elettrico, all’interno dell’impianto produttivo: turbine, valvole rotative, pompe, alternatori e trasformatori animano questo affascinante mondo sotterraneo dove la potenza dell’acqua si trasforma in energia. Ideale per scuole e gruppi, la visita alla centrale Luigi Einaudi è un momento dedicato alla scienza e alla tecnologia che completa la conoscenza del territorio di Entracque.

Note importanti per la visita della Centrale

  • Si informa che nei locali vi è presenza di gas Radon e per tale motivo sarà consegnata un'informativa ai visitatori che dovranno firmarla per presa visione.
  • La visita non è consentita alle donne in gravidanza e ai portatori di pacemaker.
  • L'accesso alla Centrale è consentita ai portatori di handicap dotati di ausilio mobile ripiegabile.

Costi delle visite in Centrale

  • Costo accesso per privati: € 5.
    Ingresso gratuito per bambini di età inferiore ai 3 anni.
    La tariffa d'ingresso comprende la visita dei locali macchine della Centrale (circa 30 minuti).


Info pratiche

Indirizzo: Strada Provinciale per San Giacomo di Entracque, 9 12010 – Entracque (CN).
Informazioni e prenotazioni: 0171 1740052 | info@montagnedelmare.it | prenotazioni@areeprotettealpimarittime.it.


Pubblicata il 12/01/2023
Condividi su