Gli animali e noi

Pubblicazioni

Sci e fagiano di monte | Disegno di A. Della Valle.

Sabato 11 dicembre, Giornata internazionale della Montagna, le Aree Protette Alpi Marittime hanno presentato e distribuito la nuova edizione del pieghevole Gli animali e noi. Piccolo vademecum per visitatori responsabili realizzato in collaborazione con Enel Green Power.

Il prodotto editoriale nel 2022 farà da "guida" a una campagna di sensibilizzazione attraverso i social e una mostra nel periodo estivo.

Iniziative che nascono dalla consapevolezza che le Alpi devono fare i conti con nuovi problemi: i cambiamenti climatici, l’urbanizzazione dei fondovalle, l’impatto crescente delle varie forme di turismo, sia in termini di infrastrutture (nuove strade, alberghi, impianti di risalita) sia in termini di disturbo diretto. Infatti molte delle attività all’aria aperta che siamo abituati a considerare ”leggere” e ”innocue” non sono sempre così ”ecosostenibili”: spesso escursionisti, alpinisti, scialpinisti e fotografi inseguono la loro passione nei pochi ambienti appartati risparmiati dalla massa dei turisti, dove senza volerlo interferiscono con la fauna e con gli ecosistemi delicati delle praterie alpine, delle torbiere, dei torrenti, delle pareti, delle vette e dei ghiacciai. Il rischio è quindi quello di rompere l’equilibrio degli ultimi lembi di natura alpina ancora incontaminata.

Normalmente chi si dedica a queste attività è sensibile al fascino e al rispetto della natura: di sicuro quindi non farà piacere a nessuno scoprire di essere potenziali fonti di disturbo per l’ambiente o di pericolo per gli animali.
Non dobbiamo dimenticarci che per quanto le nostre intenzioni siano amichevoli, gli animali ci vedono come predatori e, per sfuggire a quella che credono una minaccia, scappano, talvolta mettendo a repentaglio la loro vita. Per fortuna possiamo continuare a scalare, sciare e fotografare in montagna senza creare troppi problemi: basta mettere in pratica alcuni accorgimenti e cercare di evitare alcuni luoghi particolarmente fragili o periodi dell’anno in cui gli animali sono più vulnerabili.

Questo pieghevole è dedicato a tutti i frequentatori delle aree protette e più in generale della montagna: è un piccolo vademecum per amici della natura, che vogliono immergersi nell’ambiente alpino in punta di scarponi, per non disturbare.


Pubblicata il 15/12/2021
Condividi su