Eventi per la Pace delle scuole locali

Territorio

Una bimba di una scuola dell'infanzia intenta a disegnare la sua cartolina di Pace.

Bambini, ragazzi e insegnanti delle valli dei Parchi del Marguareis e delle Alpi Marittime si mobilitano per invocare la Pace.
La scuola secondaria di Chiusa di Pesio, a conclusione di un percorso di educazione alla cittadinanza attiva e consapevole, ha organizzato per il giovedì 2 giugno una Marcia della Pace che dalla località “ponte di Lungaserra”, attraverso sentieri, transiterà attraverso i nuclei di Vigna e San Bartolomeo per concludersi alla Certosa.

Lungo l'itinerario sono previste delle tappe in cui le alunne e gli alunni condivideranno spunti di riflessione, a partire da letture animate e commentate di testi, alla recitazione di poesie, all’esecuzione di canti in tema con l’argomento.
L’obiettivo è di coinvolgere il territorio (famiglie dei ragazzi, associazioni locali, singoli cittadini), per riflettere insieme sulle tragedie che tutte le guerre in corso sul pianeta portano con sé e sulla necessità di costruire percorsi di pace, a partire dai rapporti interpersonali per arrivare alle relazioni internazionali. La partenza dal ponte Lungaserra è programmata alle ore 14; le tappe sono previste a: Vigna, ore 15.30; San Bartolomeo ore 17; Certosa, ore 18.30.

Il percorso è facile, lungo 9 km, e può essere intrapreso anche da una delle tappe programmate. Per il ritorno è prevista una navetta per riportare i partecipanti ai vari punti di partenza.

L'Istituto comprensivo di Robilante con le scuole dell'infanzia di Valdieri-Andonno, Entracque, Roccavione e Robilante hanno invece scelto di scrivere e disegnare messaggi di Pace per i cittadini del loro territorio e di quelli limitrofi.
Lo hanno fatto creando cartoline con "pensieri felici e gentili" che sono in distribuzione in vari punti dei comuni delle scuole. Sulle cartoline è presente anche un Qr-code che rimanda al sito dell'Istituto comprensivo che consente di approfondire il progetto della scuola, realizzato nell'ambito delle attività di educazione alla cittadinanza attiva e consapevole.
Chi troverà le cartoline potrà trattenerle o lasciarle, oppure raccoglierle e portale in un altro luogo per diffondere i messaggi di Pace disegnati dai bambini.

Per spiegare l’iniziativa agli stranieri, oltre a quelle in italiano, sono state prodotte e affisse anche delle locandine in francese, inglese ed ucraino.


Pubblicata il 25/05/2022
Condividi su