Incontro tra operatori turistici delle Aree Protette Alpi Marittime

Turismo sostenibile

L'escursionismo è l'attività turistica principale del territorio | S. Mondino.

Com’è andata l’estate 2021? Quali strumenti metterà a disposizione del turismo il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza? Quanto è importante il lavoro di squadra per la costruzione di una destinazione turistica?

Lunedì 18 ottobre, le Aree Protette Alpi Marittime invitano gli operatori del territorio ad una giornata di incontro e confronto sul turismo locale. L’appuntamento si svolgerà dalle 9.30 alle 15 (lunch box offerto) presso la sala conferenze della sede dell’Ente a Valdieri. Sono chiamati a partecipare i proprietari e gestori di strutture ricettive (rifugisti, albergatori, ristoratori…), le guide alpine e naturalistiche, i fornitori di servizi turistici e i portatori d’interesse che operano nei comuni dei Parchi delle Marittime e del Marguareis e delle otto Riserve naturali gestite dall’Ente.
Dopo l’accoglienza dei partecipanti è in programma una visita al Parco archeologico di Valdieri che nell’estate scorsa ha inaugurato la sua prima gestione a cura della cooperativa Montagne del Mare. Una struttura che con l’apertura al pubblico e la fornitura di servizi e di attività di animazione arricchisce ulteriormente l’offerta turistica e culturale del territorio delle Alpi Marittime.

Al rientro dalla visita, fissato alle ore 11, ci sarà il confronto sull’andamento della stagione appena conclusa e si raccoglieranno suggerimenti, proposte sia per l’inverno sia per l’anno prossimo (attività di animazione, navette, manutenzioni sentieri…). Nel pomeriggio i temi trattati saranno il PNRR e il turismo come lavoro di squadra.
Alle 15 seguirà il tavolo della Carta Europea del Turismo Sostenibile di cui proprio quest’anno le Alpi Marittime celebrano il 20° anniversario dall’assegnazione. Il Parco, nel 2001, è stato tra le prime sette aree pilota a livello europeo a dotarsi della CETS. Lo strumento ideato da un gruppo di lavoro della Federazione Europarc oltre ad essere un importante riconoscimento è un metodo di lavoro per l’applicazione dei principi di sviluppo turistico sostenibile nei Parchi. La Carta è ad adesione volontaria, articolata per obiettivi, orientata al rispetto e alla valorizzazione ambientale e permette di collaborare in sinergia con il Parco ottenendo visibilità, promozione e vantaggi in termini economici e di miglioramento della propria offerta turistica derivanti dalle azioni della progettazione europea attuata dall’Ente.

L’appuntamento del 18 ottobre è particolarmente importante in quanto non solo si farà il punto circa lo stato di avanzamento dell’applicazione della Carta, ma si valuterà come procedere nel futuro prossimo: la pandemia ha fatto slittare di un anno la presentazione della ricandidatura, ma entro il 2022 le Aree Protette delle Alpi Marittime e il gemello Parc National du Mercantour dovranno stabilire come definire un nuovo Piano d’azione, in accordo con gli operatori locali e gli altri attori impegnati nella gestione del territorio.

Per la partecipazione all’incontro è necessario esibire il Green Pass.

A causa di un numero limitato di posti a sedere e per ragioni organizzative, chiediamo di registrare cliccando qui la partecipazione entro le ore 14 di giovedì 14 ottobre.


Pubblicata il 07/10/2021
Condividi su