Stella Michelin al Nazionale

Turismo e ristorazione

Gli chef Ingallinera (a sinistra) e Macario

Un riconoscimento che rende orgoglioso il territorio del Parco delle Alpi Marittime. È la Stella Michelin, assegnata nei giorni scorsi, al Nazionale di Vernante. Il premio corona la professionalità e il lungo percorso di ricerca di qualità degli chef Fabio Ingallinera (siciliano trapiantato in Val Vermenagna) e Maurizio Macario, dei loro collaboratori e del sommelier Christian Macario, abile ed ospitale, nonché perfetto ambasciatore dei valori del territorio nella sala da pranzo del ristorante che profuma di legno.

Da tre generazioni, dal 1896, la famiglia Macario gestisce il locale affacciato sulla strada statale del Colle di Tenda. Al Nazionale, il legame con la tradizione è sempre stato fortissimo. Lo chef Loris, prima di passare il testimone al figlio Maurizio, nel 2016 è stato il promotore delle De.C.O. (Denominazione comunale di origine) di cipolle ripiene, ravioli alla vernantina, torta di zucca e meliga, e la sua cucina è sempre stata un laboratorio per innovare la proposta gastronomica ma senza mai spezzare il legame con le proprie origini. Valori che hanno capitalizzato sia l’erede ai fornelli sia i nipoti Christian e Andrea che insieme al ristorante gestiscono l’albergo, il Relais e il Bistrot del Nazionale.

Con Ingallinera, tante esperienze stellate, dalla scuola di Gualtiero Marchesi all’Antica Corona di Cervere, i Macario hanno avviato una felice collaborazione che prosegue nell’offerta di piatti nel solco della tradizione, legati alla stagionalità e alle eccellenze locali. L’approvvigionamento di prodotti locali è una scelta deliberata, non sempre facile, ma perseguita con la precisa volontà di sostenere le filiere del territorio. E poi dicono i Macario: “Abbiamo anche un orto bio e raccogliamo erbe spontanee all'interno del Parco delle Alpi Marittime”.

Il raggiungimento della Stella Michelin è stato il traguardo di lungo cammino nella ricerca di una proposta gastronomica all’insegna della qualità, della trasparenza, della sostenibilità e della sensibilità agli aspetti sociali delle Terre Alte.

Dopo questo importante riconoscimento anticipa Christian: “La nostra offerta non cambierà. Continueremo a lavorare con prodotti locali perché vogliamo essere una risorsa per il territorio. Siamo contenti che il riconoscimento sia arrivato adesso che stiamo attraversando un momento di particolare difficoltà a causa dell’interruzione del traffico nel tunnel di Tenda a causa dell’alluvione dell’ottobre 2020. La Stella Michelin contribuirà a far conoscere non solo il nostro ristorante ma tutta la valle Vermenagna”.

“Esprimo la massima soddisfazione – dice il sindaco Gian Piero Dalmasso – per il risultato ottenuto e per il quale ringrazio il lavoro svolto dalla famiglia attraverso le diverse generazioni. Le eccellenze artigiane e di ristorazione presenti nel nostro Comune sono un importante contributo alla promozione del territorio e attivano flussi di turismo enogastronomico e attento alla qualità dei prodotti”.

“Il Nazionale è da anni un prezioso collaboratore del Parco, – dichiara Piermario Giordano, presidente Aree Protette Alpi Marittime – è tra gli aderenti alla Carta europea per il Turismo sostenibile e per questo siamo particolarmente felici dell’attribuzione della prestigiosa Stella Michelin. Un premio in primo luogo alla professionalità degli chef e dello staff della struttura ma che riconosce anche la grande qualità dei prodotti del territorio delle Aree Protette Alpi Marittime su cui è fondata l’offerta gastronomica del ristorante”.


Pubblicata il 02/12/2021
Condividi su