Condividiamo la bellezza del Pian delle Gorre

Voto online

Una simulazione dell'intervento al Pian delle Gorre.

Il Pian delle Gorre, nel Parco del Marguareis, è un’isola di verde e di pace. Circondato da abetine straordinarie che non hanno eguali nelle Alpi Liguri, questo spazio naturale è un teatro in cui si ascoltano lo stormire delle fronde degli alberi, il canto degli uccelli, il precipitare di cascate e lo scorrere del torrente. Un posto per respirare la natura, gli effluvi aromatici delle piante, riempirsi gli occhi con la bellezza della dentellata cresta del Marguareis o di un fiore alpino.

Un luogo così non può essere precluso a nessuno, deve essere per tutti!
Le Aree Protette Alpi Marittime per migliorare l’accessibilità alle bellezze del Pian delle Gorre hanno redatto un progetto di percorso inclusivo per facilitarne l’accesso e la fruizione da parte delle persone con difficoltà a carattere motorio.

Il progetto a cura dell’Ente Aree Protette Alpi Marittime è tra i 19 ad avere superato la prima selezione per essere finanziato dalla Fondazione CRC “Spazi outdoor - Sport in natura e inclusione”.
I fondi per la realizzazione del progetto saranno destinati sulla base dei voti online da parte dei cittadini. Invitiamo quindi a votare qui il nostro progetto per aiutarci a rendere sempre più concreto lo slogan “Parchi per Tutti” e su cui da anni il Parco è impegnato tanto da guadagnarsi nel 2021, l’Oscar dell’Ecoturismo, attribuito da Legambiente.

Dall’area parcheggio partirà un percorso in materiale stabilizzato drenante di colore terra che si svilupperà in una parte del pianoro attraverso un breve percorso ad anello.
Il percorso sarà arricchito da pannelli che illustreranno le maggiori peculiarità naturalistiche dell’area protetta. Lo sviluppo complessivo del percorso sarà di 240 metri lineari, per una larghezza di 1,5 metri, per consentire un “incrocio” nella percorrenza nei due sensi di marcia del tracciato. La pendenza del percorso sarà inferiore al 4 per mille, configurandosi pertanto in un tracciato “facilmente accessibile”.
Il percorso sarà fruibile da persone di ogni fascia di età e sarà dotato di pannelli esplicativi del paesaggio, delle peculiarità naturalistiche e storico-culturali dell’area. I contenuti potranno essere fruiti da persone ipovedenti o non vedenti tramite smartphone grazie alla presenza di Qr-code.

Considerato che ogni cittadino ha a disposizione tre voti suggeriamo di sostenere anche il progetto Un parco da favola del Comune di Vernante, che fa parte delle Aree Protette Alpi Marittime, con il quale si intende rendere accessibile il Parco pubblico Attilio Mussino e di dotarlo di un gioco per i bambini e ragazzi con disabilità.


Pubblicata il 24/03/2022
Condividi su