Aperta la stazione botanica "Bicknell"

Turismo naturalistico

La stazione botanica alpina "Clarence Bicknell" al Rifugio Garelli | Archivio Parco

Sono terminati i lavori di preparazione ed è pronta per accogliere e sorprendere i visitatori la stazione botanica alpina Bicknell cui fanno da sfondo le spettacolari quinte rocciose del Marguareis.
Raggiungibile esclusivamente a piedi (ca. 3 ore; 900 m disl.) ospita le specie d’alta quota più significative delle Alpi Liguri e Marittime.


Domenica 3 e 10 luglio il Parco mette a disposizione gratuita del pubblico una guida per la visita della stazione botanica. Partenze ogni ora dalle 10 alle 17.


La stazione botanica “Bicknell”, a pochi passi dal Rifugio Garelli, rende omaggio nel nome al "pioniere botanico" delle Alpi Liguri e Marittime autore di importanti studi condotti tra ’800 e ’900 sulla flora delle Alpi Liguri e Marittime.
La stazione circondata da pascoli e arbusteti a rododendro (Rhododendron ferrugineum) e ginepro (Juniperus communis) ospita una torbiera naturale, habitat rarissimo in Europa, che custodisce specie insettivore come drosera (Drosera rotundifolia) e pinguicola (Pinguicula vulgaris).
La “Burnat-Bicknell” conta oltre 200 specie (dotate di cartellino identificativo) ci sono anche "gemme preziose", come la testa di drago austriaca (Dracocephalum austriacum), rarissima in Italia, e altre specie endemiche di questo settore alpino, come silene a foglie cuoriformi (Silene cordifolia) e potentilla di Valdieri (Potentilla valderia).


Info pratiche

Aperto: dal 1°giugno al 1°settembre.
Ingresso: libero.
Servizi: visite guidate su richiesta. Disponibilità di audio guide (lingue: I, GB, F, D) all'ingresso delle stazioni o presso il rifugio Garelli.
Informazioni: sede Parco naturale Marguareis, tel. 0171 976868, info@areeprotettealpimarittime.it.


Pubblicata il 09/06/2022
Condividi su