In vigore il Piano forestale della ZSC "Alpi Marittime"

Tutela e gestione selvicolturale

Bosco della Valle Gesso in autunno | A. Rivelli.

È in vigore il primo Piano forestale della Zona speciale di conservazione “Alpi Marittime”. Lo scorso 20 maggio la Giunta regionale ha approvato il Piano, che costituisce anche stralcio del Piano di gestione del Sito Natura 2000 e stralcio del Piano naturalistico e di gestione del Parco naturale, della Riserva di Rocca San Giovanni-Saben e della Riserva delle Grotte del Bandito.
L’atto di approvazione è stato pubblicato sul numero 22 del Bollettino ufficiale della Regione Piemonte del 1° giugno 2022.
Si sono così poste le basi per adeguare la gestione del patrimonio boschivo locale alla normativa forestale regionale e nazionale.
Le previsioni del Piano interessano l’area tutelata ricadente nei tre Comuni delle Valle Gesso (Entracque, Valdieri e Roaschia) e nei Comuni di Aisone, Vernante e Limone Piemonte; sono oggetto delle previsioni di questo strumento di pianificazione anche le proprietà comunali di Entracque e Valdieri esterne all’area tutelata.

La superficie forestale complessiva ammonta a 10.938 ettari, di cui 2.359 a gestione attiva nel periodo di validità del Piano, che si estende per quindici anni a partire dalla data di pubblicazione dell’atto di approvazione sul Bollettino ufficiale fino al 31 agosto 2037, a chiusura della stagione silvana 2036-2037.

Tutti gli elaborati possono essere visionati sul Sistema Informativo Forestale Regionale (SIFOR). A breve saranno consultabili anche sul sito dell’Ente nella sezione “Amministrazione trasparente”.

L'approvazione del Piano costituisce autorizzazione all’esecuzione degli interventi selvicolturali previsti in esso; essi sono sempre soggetti alla comunicazione semplice, che va compilata per via telematica, autonomamente o appoggiandosi a uno dei sessanta Sportelli forestali operanti sul territorio regionale.


Pubblicata il 23/09/2022
Condividi su