Montagna innevata: frequentala in sicurezza

Prevenzione

Ciaspolatori verso il Colle dell'Arpione | G. Cavagnino.

Precipitazioni nevose abbondanti su Alpi Marittime e Liguri: il paesaggio è da fiaba. Le montagne sono bellissime e invitanti ma devi frequentarle con la consapevolezza dei rischi che presenta l'innevamento e dotandoti delle attrezzature di autosoccorso.
Queste ultime, Artva, pala e sonda sono necessarie dal 1° gennaio 2022 con l'entrata in vigore del decreto legislativo 28 febbraio 2021 n. 40 “in particolari ambienti innevati laddove, per le condizioni nivometeorologiche, sussistano rischi di valanghe”. Il provvedimento di legge nella pratica introduce il dovere di portare con sé i dispositivi di sicurezza e autosoccorso quando si praticano scialpinismo, fuoripista e attività escursionistiche, anche con racchette (ciaspole).

A monte delle dotazioni personali di autosoccorso - che è importante sapere usare bene - è indispensabile la pianificazione dell'itinerario previa consultazione del Bollettino del rischio delle valanghe.
Scialpinisti non ci si improvvisa per questo se non sei esperto affidati alle Guide Alpine, frequenta corsi di formazione con i professionisti della montagna o delle sezioni del Club Alpino Italiano. Le stesse raccomandazioni sono valide per i ciaspolatori.

Per approfondire il tema consigliamo di visitare il sito SICURI IN MONTAGNA a cura del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico.


Pubblicata il 15/12/2022
Condividi su