Turismo

Navetta del Parco, piace agli stranieri

Turismo

Da Taiwan all'Arizona alla Nuova Zelanda, oltre ai consueti tedeschi ed olandesi, i passeggeri della "Navetta del Parco" nei primi 15 giorni di attività del 2024.

Come si muove nel Parco un turista che arriva senz'auto? Con i servizi pubblici (quando ci sono e dove arrivano) o con la Navetta del Parco. Lo conferma il servizio di trasporto integrativo promosso dall'associazione Ecoturismo in Marittime con il contributo dei comuni di Entracque e Valdieri e delle Aree Protette Alpi Marittime.

La Navetta del Parco attivata il 15 giugno scorso, al primo bilancio di stagione (30 giugno) fa il pieno di turisti stranieri.
I numeri sono limitati ma significative sono le nazionalità dei fruitori della Navetta in questi primi quindici giorni di stagione estiva che non è certo stata per meteo e rischio idrogeologico tra le più brillanti degli ultimi anni.
Sulla prima ventina di viaggi del mezzo a chiamata, gestito dall'autonoleggio con conducente Audisio Taxi di Entracque, oltre il 92% degli utenti era di provenienza estera.
Si va dai consueti arrivi (per le Marittime) da Germania, Olanda e Francia ai meno comuni da Inghilterra, Svizzera, Portogallo e Svezia. E poi si registrano presenze da Arizona, Nuova Zelanda e Taiwan.
Località esotiche lontane e insolite che sono un segnale di affermazione delle Marittime quale destinazione turistica di portata internazionale.


Clicca qui per le informazioni sulla Navetta del Parco 2024


Vuoi ricevere news ogni giovedì?

Clicca qui e iscriviti gratuitamente a Messaggi dalle Marittime: ogni giovedì pomeriggio riceverai news, appuntamenti e approfondimenti dalle Aree Protette Alpi Marittime, direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Ultimo aggiornamento: 11/07/2024

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta aggiornato sugli eventi e le storie delle aree protette